Nel corso dell’ultimo decennio il marketing per le organizzazioni non profit si è sempre più specializzato, diventando quasi una disciplina a sé stante. Oggi torniamo a parlarvi di questo argomento per presentare un’iniziativa che ben rappresenta l’evoluzione del fundraising.

Si tratta della prima edizione del Non Profit Email Award, promosso da ContactLab nell’ambito del Festival del Fundraising, per premiare le creatività e le migliori strategie di email marketing per il non profit.

Le campagne che partecipano al contest possono essere consultate direttamente sul sito da tutti gli utenti, che esprimendo le loro preferenze determineranno la shortlist delle prime dieci che verranno presentate al festival. A decretare il vincitore saranno i partecipanti all’evento, che si terrà a Castrocaro Terme. La premiazione avverrà l’11 maggio e il vincitore riceverà una donazione di 2.000 euro.

Questa iniziativa testimonia come l’e-mail marketing mantenga ancora il primato tra i canali usati per il fundraising, come evidenziano anche i seguenti grafici pubblicati da Razoo:

Risulta quindi evidente come le ONP non possano permettersi di trascurare le proprie campagne di direct marketing, ma debbano anzi cercare di innovare costantemente le loro comunicazioni. Consigliamo perciò di consultare la gallery del concorso anche per cogliere spunti interessanti ai quali ispirarsi per le proprie future campagne.

L’importanza cruciale delle e-mail non implica tuttavia che i canali social vadano trascurati. Occorre anzi cercare di implementare e connettere le proprie campagne attraverso tutti i canali che si hanno a disposizione così da poterne sommare gli effetti positivi.

Infine bisogna ricordare che l’e-mail marketing prima ancora di essere uno strumento di raccolta fondi è uno dei principali modi di costruzione e rafforzamento della relazione con i propri sostenitori, che a loro volta sono la linfa vitale per tutti coloro che operano nel terzo settore.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedIn